Piano generale per l'attività di vigilanza

Il piano generale per l’attività di vigilanza sull'emissione deliberata nell'ambiente di organismi geneticamente modificati ha una durata di quattro anni e ha lo scopo di programmare e coordinare l’attività di vigilanza, di garantire il flusso di informazioni tra le amministrazioni centrali, regionali e locali, e di assicurare adeguata informazione pubblica rendendo disponibili sul sito istituzionale del Ministero della Transizione Ecologica i risultati dell’attività svolta.

Il piano generale per l’attività di vigilanza è attuato attraverso un Programma Operativo Nazionale annuale sulla base del quale vengono predisposti i Programmi Operativi Regionali annuali delle ispezioni.

Il Programma Operativo Nazionale annuale è condiviso nell’ambito di un Tavolo di coordinamento tra il Ministero della Transizione Ecologica, il Ministero della Salute, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano entro il 30 novembre di ogni anno. Il Programma Operativo Nazionale annuale stabilisce i criteri operativi per le ispezioni e le modalità di gestione delle non conformità riscontrate per ciascuna delle attività ispettive.

L'attività di vigilanza viene effettuata dagli ispettori iscritti nel registro nazionale degli ispettori.