Legislazione

Legislazione dell'Unione europea

L’Unione europea ha adottato un quadro normativo sugli OGM utile a garantire i necessari livelli di sicurezza per l’ambiente e la salute umana così come previsto dal Protocollo di Cartagena.
Nell’Unione europea gli OGM sono autorizzati all’emissione deliberata nell’ambiente a scopo sperimentale e a scopo commerciale soltanto dopo aver superato una rigorosa procedura di valutazione del rischio secondo i princìpi e la metodologia indicati dalla direttiva 2001/18/CE, per evitare qualsiasi possibile effetto negativo, non intenzionale o indesiderabile, diretto o indiretto, sull’ambiente e sulla salute umana.  Per saperne di più.

Autorità competente italiana responsabile per l'attuazione delle previsioni della direttiva 2001/18/CE è il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Legislazione italiana

Il decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 224, che recepisce la direttiva 2001/18/CE, stabilisce, nel rispetto del principio di precauzione, le misure utili a proteggere la salute umana, animale e l’ambiente nel caso di:

  1. emissione deliberata nell'ambiente di OGM per scopi diversi dall’immissione sul mercato;
  2. immissione sul mercato di OGM come tali o contenuti in prodotti. Per saperne di più

Autorità competente italiana responsabile dell'adempimento delle disposizioni previste dal decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 224 è il Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare. 

Il decreto legislativo 14 novembre 2016, n. 227, concernente l’attuazione della direttiva (UE) 2015/412, che modifica la direttiva 2001/18/CE per quanto concerne la possibilità per gli Stati membri di limitare o vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM) sul loro territorio, ha modifica il decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 224, introducendo un meccanismo che rende possibile limitare o vietare la coltivazione di OGM sul territorio italiano. Per saperne di più

In attuazione dell’articolo 32 del decreto legislativo 8 luglio 2003, n. 224, è stato emanato il decreto 8 novembre 2017 recante il "Piano generale per l’attività di vigilanza sull’emissione deliberata nell’ambiente di organismi geneticamente modificati". Per saperne di più

Per completezza di informazione si desidera fare un accenno anche alla normativa sull’impiego in ambiente confinato di Microrganismi Geneticamente Modificati (MOGM).
Il decreto legislativo 12 aprile 2001 n. 206 stabilisce le misure per l'impiego confinato dei microrganismi geneticamente modificati, volte a tutelare la salute dell'uomo e l'ambiente. Autorità nazionale competente per i MOGM è il Ministero della Salute.