Immissione di OGM in commercio come tali o contenuti in prodotti

  • Stampa

A livello nazionale

In Italia l’immissione in commercio degli OGM è regolata dal Titolo III del D.L.vo 224/2003 di attuazione della Direttiva 2001/18/CE.

Procedura di autorizzazione per l’immissione in commercio di OGM ai sensi del Titolo III del D.L.vo n. 224/2203

Modalità di rilascio delle autorizzazioni per l’immissione sul mercato di OGM come tali o contenuti in prodotti

Notifiche presentate in Italia: fino ad oggi non sono state presentate notifiche ai sensi del titolo III del D.L.vo n. 224/2003 di attuazione della direttiva 2001/18/CE.

Registri regionali relativi alla localizzazione di coltivazioni GM: l’articolo 30 del D.L.vo n. 224/2003 stabilisce che presso le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano vengano istituti registri pubblici su cui sono annotate le localizzazioni delle coltivazioni di OGM autorizzate ai sensi del Titolo III del D.L.vo n. 224/2003 per consentire, in particolare, il monitoraggio degli eventuali effetti avversi di tali OGM sull’ambiente. Ad oggi in Italia non è stata mai autorizzata la coltivazione di OGM per cui i registri regionali non sono stati predisposti.   

A livello europeo

L’immissione in commercio di OGM come tali o contenuti in prodotti nell’Unione europea è regolamentata dalla Parte C della Direttiva 2001/18/CE e dal Regolamento (CE) n. 1829/2003. In passato l’immissione in commercio degli OGM era regolamentata dalla Direttiva 90/220/CEE e dal Regolamento (CE) n. 258/97.

Procedura per l'immissione in commercio di OGM ai sensi della Parte C della direttiva 2001/18/CE

Procedura per l'immissione in commercio di OGM ai sensi del Regolamento (CE) n. 1829/2003

Notifiche presentate nell'Unione Europea: